El blog di Volcano Teide

Un blog dove scoprire tutto ciò che puoi fare a Tenerife

Tenerife e il teide sulla tua casella di posta elettronica.

Iscriviti al nostro blog. scopri in anteprima le nostre novità su tenerife e il teide e ricevi contenuti utili per aiutarti a programmare la vacanza sull’isola.

Com'è il sentiero del Teide fino al belvedere di Pico Viejo

Ogni promessa è debito. Vero?

Oggi vi diamo informazioni precise su uno dei sentieri più spettacolari della vetta del Teide: il sentiero al belvedere di Pico Viejo.

Cosa si può vedere lungo il sentiero di Pico Viejo

Percorrendo il sentiero num. 12 del Parco Nazionale del Teide potrai osservare:

  • Come le lingue di lava scorrevano lungo le pendici del vulcano, arrivando nelle vicinanze delle pareti del circo.
  • Le formazioni verticali di Los Roques de García. (Prova a orientarti cercando gli impianti del Parador de Turismo).
  • Il cratere multicolore del vulcano Pico Viejo alla fine del sentiero.
  • Anche dalla fine del sentiero potrai distinguere il contorno della costa sud e ovest dell'isola di Tenerife e individuare paesi, grandi zone turistiche urbanizzate o l'aeroporto Reina Sofía.
  • L'isola La Gomera, che ti sembrerà a un tiro di scoppio.
  • Poco oltre La Gomera, all'orizzonte, le isole di El Hierro e La Palma

Punti di interesse del sentiero che conduce al belvedere di Pico Viejo

Ti starai sicuramente chiedendo quali sono le fermate d'obbligo lungo questo sentiero di grande interesse paesaggistico e vulcanologico, dove si possono osservare le caratteristiche dei fiumi di lava, con il finale spettacolare del cratere di Pico Viejo, con un diametro di 800 metri.

Ti parliamo di 3 delle 7 fermate d'obbligo che vorrai fare mentre percorri il sentiero di Pico Viejo sul Teide.

Non dimenticare di portare la macchina fotografica!

Così è il sentiero del Teide a Pico Viejo

Fermata 1 del sentiero di Pico Viejo: la caldera

Questo sentiero offre una vista complementare della maestosa Caldera de Las Cañadas, prenditi il giusto tempo per ammirare, contemplare con calma e godere delle stupende viste.

Sapevi che i limiti naturali del Parco Nazionale sono segnati precisamente dai bordi della caldera e che questa è una depressione ellittica di 16 x 11 km al cui interno si è formato lo stratovulcano Teide?

E sai da dove proviene il nome Las Cañadas?

Dalle pianure che si trovano ai piedi della parete della caldera, che venivano utilizzate come via per il bestiame ("cañada": cammini della transumanza) e che si sono formate perché il ripieno di lava impediva la fuoriuscita delle acque che discendevano dalle pareti, in modo che alla base si sono accumulati e sedimentati i materiali che trasportavano queste acque.

La più grande di queste pianure è nota con il nome di Llano de Ucanca (num. 6 nella fotografia).

Sulla parete della caldera, alla destra della torre della funivia, spicca la vetta di Guajara (num. 1), la più grande del circo.

Osservando con attenzione, sulla base della vetta di Guajara si potranno vedere le macchie gialle di El Capricho (num. 2).

Seguendo con lo sguardo la linea della vetta della parete, si nota che spicca la grande "torta" di lava del Sombrero de Chasna (num. 3) e che, più a destra e quasi alla fine, spicca El Sombrerito (num. 4).

Puoi vedere le lave nere che si trovano all'interno della caldera, sulla destra? Corrispondono all'eruzione nel 1798 de Las Narices del Teide (num. 5). Proprio così, l'ultima eruzione storica di questa zona!

Sulla parte finale, a Sud, se non c'è il mare di nuvole, si può distinguere la costa, con la Montaña Roja a sinistra, la costa di Las Galletas e il profilo della grande Montaña de Guaza, vicino a Los Cristianos.

E, sempre se le condizioni meteorologiche lo permettono, da questo punto di interesse del sentiero fino al belvedere di Pico Viejo potrai vedere, a destra dell'orizzonte, le isole di La Gomera e El Hierro.

Viste dal belvedere di Pico Viejo sul Teide

Fermata 2 del sentiero di Pico Viejo: un cratere antico

Riesci a vedere il promontorio biancastro che si trova sulla sinistra del cammino all'inizio del sentiero che giunge a Pico Viejo?

È un resto dell'antico cratere che esisteva prima dell'eruzione del Teide! Cosa ti sembra?

Sapevi che questo promontorio di colore chiaro è alterato dalle emanazioni calde, solforose e di vapore acqueo delle fumarole che troverai lungo il percorso?

Sarai felice di sapere che da questa fermata potrai godere anche di una prima vista dei bordi rocciosi esterni del punto culminante del cratere del Teide.

Fermata d'obbligo del sentiero fino a Pico Viejo sul Teide

Fermata 3 del sentiero di Pico Viejo: le fumarole

¡Fai attenzione alla prima curva del sentiero, proprio dopo aver superato un tratto lungo e ripido!

Qui dovrai fermarti e osservare le fumarole del terreno, con depositi o infiorescenze bianche e gialle.

Fumarole del Teide sul sentiero a Pico Viejo

Perché queste fumarole del sentiero al belvedere di Pico Viejo hanno questo colore? Per effetto della sublimazione, cioè la transizione dallo stato gassoso allo stato solido di alcune sostanze dei vapori delle fumarole.

Prendi la macchina fotografica e metti la mano vicino a qualche fumarola perché vorrai immortalare questo momento.

Cosa ne pensi di prenotare data e orario per salire con la Funivia e godere di questo sensazionale sentiero?

PRENOTA ORA

Commenti